Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €

Totale 0,00 €

Pagamento Carrello

Categorie



Motosega o elettrosega?

Motosega o elettrosega?

Uno strumento fondamentale per chi ha un grande giardino o un bosco, è senza dubbio la motosega. Qui cercheremo di far luce su quale modello potrebbe essere più adatto alle vostre esigenze tra elettroseghe, motoseghe a benzina o a miscela o una più duttile elettrosega a batteria.

 

Quali sono i fattori da considerare per la scelta? Di quanta manutenzione ha bisogno?

Innanzitutto dobbiamo vedere il diametro dei tronchi che dobbiamo tagliare. E' inutile comprare una barra da 40 cm se dobbiamo tagliare arbusti e cespugli, poichè per quello basterebbe anche solo un buon decespugliatore con il filo adatto, ma se dobbiamo abbattere alberi alti 10 metri con diametro del tronco di oltre 30 cm, ecco che quella motosega diventa fondamentale. 
Fondamentale è anche ricordare sempre la sicurezza poichè alcuni lavori possono essere molto pericolosi dal momento che abbiamo in mano una motosega, quindi piedi ben saldi a terra e ricordiamoci di evitare il bloccaggio della catena. Per chi è alle prime armi il consiglio è quello di iniziare con tagli facili di tronchi posizionati in orizzontale, magari su un cavalletto, cosi da prendere confidenza con il vostro elettroutensile per poi passare a lavori più impegnativi nella massima sicurezza.

 

Motosega o elettrosega: quale scegliere?

Ogni modello può avere le stesse caratteristiche, dalla lunghezza della barra alla potenza del motore, ma quale alimentazione scegliere?

Se operate in spazi ristretti, dove il bisogno di manutenzione è minore ed avete a che fare con piante non troppo grandi, potete scegliere un'elettrosega. La corrente garantisce ugualmente ottime prestazioni, e l'elettrosega svolge egregiamente il proprio lavoro. Non dobbiamo preoccuparci della miscela ed è sempre pronta all'uso, ma di contro senz'ombra di dubbio abbiamo un filo che può esser fastidioso.

Ci sono poi le motoseghe a batteria, che hanno il grande vantaggio di essere relativamente leggere e quindi più versatili. Con le batterie adatte si può lavorare su diversi tipi di tagli, ma la leggerezza è vero che porta meno fatica, ma è anche vero che è meno potente e quindi meno incisiva nell'azione di taglio. 

Infine ma non ultime, ci sono le motoseghe a benzina o miscela, più pesanti di quelle a batteria ma più potenti. I migliori modelli di motosega, a benzina o miscela, con un peso superiore ai 4 kg, danno addirittura la possibilità di appoggiare la barra sul tronco e lasciare che faccia da sola tutto il lavoro tagliando il legno come fosse burro. Se i lavori sono quindi impegnativi e i tronchi di ampio spessore, senza dubbio la scelta è per la motosega con motore a scoppio, benzina o miscela che sia.

 

Tensionamento della catena quanto è importante e come si fa?

Tendere la catena non è un lavoro particolarmente difficile, poichè c'è solo una vite da regolare che sposta più in fuori o in dentro la barra a seconda che vogliate rispettivamente aumentare o diminuire il tensionamento della catena.

Quando e perchè occorre regolare il tensionamento della catena?

Ogni volta che la catena si blocca ne segue un leggero allungamento, ed alla lunga la catena si allenta. Di conseguenza, durante le pause e sempre a motore spento, occorre tenderla nuovamente. Per eseguire questa operazione, prima con pollice e indice bisogna pizzicare la catena, che di norma dovrebbe essere aderente a tutta la barra (per controllare basta farla scorrere un po' a mano, e la parte inferiore della barra dovrebbe restare aderente alla catena) mentre quando cercherete di tirarla dovreste riuscire a staccarla dalla barra della stessa lunghezza del dentello che la fissa a quest'ultima (ovvero fino ad un massimo di 5 mm). Ciò farà si che la motosega sia sempre efficiente, diminuiranno i bloccaggi della catena e lavorerete in maggiore sicurezza.

0 Comment
 

Comments (0)

There is no comment

 
top